L’attività del Corpo Mistico

Nel mese di settembre si celebra la Giornata mondiale di preghiera per il creato e il Santo Padre, Papa Francesco ci esorta ricordandoci che il dovere di prendersi cura del creato sfida tutte le persone di buona volontà e invita i cristiani a riconoscere le radici spirituali della crisi ecologica e cooperare nell’offrire una risposta inequivocabile. Riferendosi in particolare al mare Mediterraneo, lamenta purtroppo il passaggio dal mare meraviglioso ad essere divenuto tomba per uomini, donne e bambini. Preghiamo, in questa adorazione, affinché le risorse del pianeta non vengano saccheggiate, ma condivise in modo equo e rispettoso. E perchè tutto il creato venga rispettato e contemplato come bellezza uscita dalle mani del Creatore e amante della vita.

Amante della Vita

Nel mese di settembre si celebra la Giornata mondiale di preghiera per il creato e il Santo Padre, Papa Francesco ci esorta ricordandoci che il dovere di prendersi cura del creato sfida tutte le persone di buona volontà e invita i cristiani a riconoscere le radici spirituali della crisi ecologica e cooperare nell’offrire una risposta inequivocabile. Riferendosi in particolare al mare Mediterraneo, lamenta purtroppo il passaggio dal mare meraviglioso ad essere divenuto tomba per uomini, donne e bambini. Preghiamo, in questa adorazione, affinché le risorse del pianeta non vengano saccheggiate, ma condivise in modo equo e rispettoso. E perchè tutto il creato venga rispettato e contemplato come bellezza uscita dalle mani del Creatore e amante della vita.

Perchè avete paura?

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Far posto a Gesù

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Il grande Paziente del dolore umano

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Andare oltre

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Diventerete liberi

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Così amatevi anche voi

Più volte il Santo Padre per definire la Chiesa usa l’immagine dell’ospedale da campo dove, chi si riconosce affetto da qualche malattia può accostarsi per farsi curare. La Chiesa, non insegue i potenti ma si schiera con i poveri: Rallegrati, piccola comunità cristiana, povera e umile ma bella ai miei occhi perché desideri ardentemente il mio Regno, hai fame e sete di giustizia, tessi con pazienza trame di pace, non insegui i potenti di turno ma rimani fedelmente accanto ai poveri. E così non hai paura di nulla ma il tuo cuore è nella gioia. Preghiamo, in questa adorazione, per i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri.

Menu